Il Partito Democratico di Castel Bolognese sui lavori di Piazza Bernardi

Con l’avvio dei lavori sui servizi a rete da parte di HERA, si è formalmente dato avvio alla riqualificazione di Piazza Bernardi. E’ sicuramente l’argomento dell’anno per la Città e per i Castellani, non tanto per la parte progettuale, che comunque ha avuto un percorso molto partecipato, ma in particolare per il tema TORRE. Avere avuto la possibilità di ammirare le fondamenta della Torre Civica ha stimolato non solo la curiosità dei Castellani, ma soprattutto ha alimentato un dibattito diffuso, anche con opinioni molto diverse tra loro. Diciamo subito, anche per sgombrare il campo da qualsiasi equivoco, che noi siamo da sempre per la riqualificazione della Piazza Bernardi e nello specifico siamo favorevoli ad una sua massima valorizzazione in particolare dell’area della Torre. Si tratta di una priorità del programma di legislatura della Lista Democratici per Castello, di cui il Partito Democratico è da sempre il promotore.

Siamo a conoscenza di una prima valutazione della Sovrintendenza di Ravenna che avrebbe suggerito all’Amministrazione di chiudere il sito delle fondamenta, ritenendolo, con tutta probabilità, di non sufficiente rilevanza storico-archeologica. Ciò nonostante, in questa fase riteniamo fondamentale non sottovalutare cosa realmente abbia rappresentato e rappresenti oggi la Torre per i Castellani: un valore storico e affettivo indiscusso che va al di là del solo significato archeologico e che ne ha fatto il simbolo della città nonostante la sua distruzione bellica. Ancora oggi abbiamo cittadini che hanno vissuto la storia recente castellana e hanno viva la memoria della Torre Civica simbolo di un’intera città.

Dopo tanti anni di attesa, si sono create le condizioni per poter riqualificare Piazza Bernardi: il Partito Democratico ha sempre stimolato e supportato le amministrazioni passate affinché si arrivasse a questo importante momento. Ora non possiamo perdere questa occasione, che potrebbe dimostrarsi irripetibile. La progettazione e la realizzazione degli interventi devono cogliere l’opportunità che abbiamo davanti con la massima accuratezza e attenzione. Siamo quindi a chiedere al Sindaco e alla Giunta Comunale di proseguire il confronto con la Sovrintendenza con il coraggio e la determinazione dimostrate fino ad oggi perché l’area della Torre venga adeguatamente valorizzata e qualificata. Ma allo stesso tempo cogliamo l’occasione per portare chiarezza tra i Castellani su tempi e modi dello svolgimento dei lavori: il progetto sta procedendo nel pieno rispetto dei tempi (in quanto in fase di redazione del cronoprogramma erano già stati considerati dei giorni di lavoro aggiuntivi per imprevisti, come si conviene) e confidiamo che con un piano di valorizzazione delle fondamenta della torre gli architetti potranno raccogliere la sfida di tradurre le aspettative dei Castellani nel complessivo progetto di riqualificazione della Piazza. In questo modo sarà possibile procedere rispettando le tempistiche fino alla fine dei lavori, insieme ai Castellani, per i Castellani.

Ti potrebbero interessare anche: